FIAT TOPOLINO (Mickey Mouse)

 

Era quasi arrivata la primavera del 1933. Quella mattina l’Ing Giacosaincontrò il prof. Antonio Fessa, nel suo ufficio all’ultimo piano della “palazzina” del Lingotto, che gli fece una domanda che avrebbe cambiato il corso della storia automobilistica di Fiat: “Giacosa, il senatore Agnelli vuole una vettura piccola, economica che possa essere venduta al prezzo di 5.000 lire. Se la sente di disegnare lo chassis”? Come precisò lo stesso Giacosa nella sua autobiografia professionale, a quel tempo non si usava ancora il nome autotelaio. La risposta di Giacosa fu ovviamente positiva. La Topolino avrebbe rappresentato per Fiat un grande salto verso la motorizzazione di massa e la responsabilità di cui si fece carico l’Ing. Giacosa, allora ventottenne, fu veramente grande. La vettura venne progettata nell’Ufficio motori avio, tanto che il nome del progetto scelto da Fessia e Giacosa fu “Zero A”, dove A stava proprio per Avio.

 

FIAT Topolino 1 FIAT TOPOLINO (Mickey Mouse)
FIAT Topolino 1

 

The spring of 1933 had almost arrived. That morning, Ing Giacosaincontrò prof. Antonio Fessa, in his office on the top floor of the “building” of Lingotto, who asked him a question that would change the course of the automotive history of Fiat: “Giacosa, Senator Agnelli wants a small, cheap car that can be sold to the price of 5,000 lire. If you feel like drawing the chassis “? As Giacosa himself specified in his professional autobiography, at that time the name of the chassis was still not used. Giacosa’s response was obviously positive.

The Topolino (Mickey Mouse) would have represented for Fiat a big leap towards mass motorization and the responsibility taken on by Ing. Giacosa was really great.

The car was designed in the aviation engines office, so much so that the name of the project chosen by Fessia and Giacosa was “Zero A”, where A was right for Avio.

 

Eravamo negli anni ’30 e si stava progettando una vettura economica. Certe scelte che oggi non hanno più ragione di esistere, in quel tempo fecero la fortuna di Fiat. Era un motore raffreddato ad acqua senza pompa (la circolazione era del tipo a termosifone), ma quella dell’acqua non era l’unica pompa mancante. Anche il circuito di alimentazione era privo della sua pompa, perché l’approvvigionamento della benzina avveniva per gravità.

 

Topolino FIAT TOPOLINO (Mickey Mouse)
Topolino

 

Il 7 ottobre del 1934 la vettura venne testata su un percorso che partiva da Torino e qui tornava passando per località come Ivrea, Biella e Cigliano. A mettere a dura prova la vettura furono proprio Giacosa e Fessia, seguiti dalla Balilla guidata da Giuseppe Peirolero, uno dei migliori collaudatori di allora. Da qui in poi, gli ingegneri Fiat, capeggiati da Giacosa, dovettero superare tutta una serie di problemi tra cui una rumorosità preoccupante del motore. Dopo giornate di lavoro intensissimo, il 15 giugno 1936 avvenne il lancio ufficiale della vettura il cui nome fu 500. Fu la più piccola vettura al mondo costruita in grande serie e venne venduta ad un prezzo di 8.900 lire. Raggiungeva gli 85 km/h, pesava 535 kg, portava due persone più un bagaglio i 50 kg.

Fu un successo clamoroso e piacque moltissimo anche all’estero.

 

FIAT FIAT TOPOLINO (Mickey Mouse)
FIAT

 

Ing. Dante Giacosa FIAT TOPOLINO (Mickey Mouse)
Ing. Dante Giacosa

 

A long history and new models:

 

500 B Topolino 1948 FIAT TOPOLINO (Mickey Mouse)
500 B Topolino 1948

 

1951 Fiat 500 Trasformabile 1024x768 FIAT TOPOLINO (Mickey Mouse)
1951 Fiat 500 Trasformabile

 

 

LINK:

FIAT 500 parade

 

18 ottobre 1955 FIAT TOPOLINO (Mickey Mouse)
18 ottobre 1955 ( Ing. Giacosa)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *